Rete civica del Comune di Firenze
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Muoversi in città » Muoversi in città» Zone Traffico Limitato (ZTL)
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina Twitter Facebook

Zona a Traffico Limitato (ZTL)

Tutta l’area del centro storico di Firenze viene definita, ai fini della mobilità, Zona a Traffico Limitato (ZTL).

All'interno di quest'area l’accesso, la circolazione e la sosta sono regolati da apposite norme.

La ZTL è delimitata da una serie di varchi telematici su cui sono montate apparecchiature di tecnologia telepass segnalate da appositi cartelli, che rilevano automaticamente le targhe di tutti i veicoli che vi transitano.

La ZTL è costituita da cinque settori: A, B, O, F e G  (si consiglia di prendere visione della mappa per l'esatta localizzazione).

Nei settori A, B e O, la ZTL è attiva tutto l'anno, nei giorni feriali, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20 e il sabato dalle 7.30 alle 16.

Dal primo giovedì di aprile alla prima domenica di ottobre è attiva la ZTL notturna estiva. La disciplina della ZTL, in questo periodo, è estesa su tutti i settori (A, B, O, F e G) anche alle notti di giovedì, venerdì e sabato con i seguenti orari:

Per i settori A, B e O

  • dal lunedì al mercoledì dalle 7.30 alle 20
  • il giovedì dalle 7.30 alle 3 di venerdì
  • il venerdì dalle 7.30 alle 3 di sabato
  • il sabato dalle 7.30 alle 16 e dalle 23 alle 3 di domenica

Per i settori F e G

  • dalle 23 di giovedì alle 3 di venerdì
  • dalle 23 di venerdì alle 3 di sabato
  • dalle 23 di sabato alle 3 di domenica

 

Fra i varchi ve ne sono alcuni (destinati esclusivamente ai mezzi pubblici e di soccorso) che sono sempre vietati, 24 ore su 24.

 

 
twitterfacebookyoutube

città di firenze
Comune di Firenze
Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
50122 FIRENZE
P.IVA 01307110484

Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006