Rete civica del Comune di Firenze
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Tramvia » Sistema tranviario» Il sistema tranviario
testo piccolo testo medio testo grande Stampa la pagina Twitter Facebook

Il sistema tranviario fiorentino

    Il sistema tranviario fiorentino è attualmente costituito da:

    • Linea 1 - Firenze S.M.N. – Scandicci (in esercizio dal 14/02/2010)
    • Linea 2 - Peretola – Piazza dell'Unità d'Italia (in esercizio dal 11/02/2019)
    • Linea 3.1- Careggi – Firenze S.M.N. (in esercizio dal 16/07/2018).

    La Linea 1 e la Linea 3.1, completata nel giugno del 2018, comprensiva anche della cd. “Variante Valfonda”, costituiscono la Linea T1 “Leonardo” (in esercizio dal 16/07/2018), che collega il Capolinea di Scandicci (Villa Costanza) con il Capolinea di Careggi, senza interruzioni di linea.

    La Linea 2 costituisce la Linea T2 "Vespucci" (in esercizio del 11/02/2019), che collega il capolinea in Piazza dell'Unità Italiana all'aereoporto  Amerigo Vespucci

    Inoltre è in via di definizione la progettazione relativa ad alcune importanti estensioni del sistema tranviario:

    -        il completamento della Linea 2, tramite la realizzazione della cd. “Variante Alternativa al Centro Storico - VACS II° lotto”, che consentirà di raggiungere p.za della Libertà (scambio TPL gomma) e p.za San Marco (zona di elevato interesse turistico), approvato il Progetto definitivo Revisionato con Delibera n. 398 del 11/08/2017: il progetto è stato modificato su richiesta della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Firenze e tali modifiche sono in corso di approvazione;

    -         la Linea 3.2.1 Libertà - Bagno a Ripoli, approvato il Progetto Preliminare nel 2009 insieme alla Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.). Il Comune ha poi presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti la richiesta di contributo statale;

    -      la Linea 3.2.2 Libertà -  Rovezzano, approvato il Progetto Preliminare nel 2009 insieme alla Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.). Il Comune ha poi presentato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti la richiesta di contributo statale;

    -         la Linea 2.2, che rappresenta la continuazione della Linea 2, dall’Aeroporto Vespucci, sino alla Stazione di Castello, al centro abitato di Sesto F.no e al Polo Universitario (Progetto di Fattibilità Tecnico-Economica in fase di redazione);

    -        la Linea 4.1 (Leopolda-Piagge), che rappresenta il collegamento fra la Linea T1 e l’importante area di via Pistoiese/Peretola/Brozzi;

    -        la Linea 4.2 (Piagge-Campi Bisenzio), che rappresenta il collegamento con l’area metropolitana di San Donnino/Campi Bisenzio (ca. 45.000 abitanti), attualmente non servita da alcun trasporto su ferro;

    Infine il Piano Strutturale contiene alcune ulteriori previsioni sullo sviluppo futuro del sistema tranviario (Linea 2bis Ipotesi sottoattraversamento Centro storico - Linea 5).

     

    Approfondimenti

     
    twitterfacebookyoutube

    città di firenze
    Comune di Firenze
    Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
    50122 FIRENZE
    P.IVA 01307110484

    Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006